domenica 30 gennaio 2011

Riaprire la città



Appena uscita da una giornata all’insegna della rabbia, della impotenza, della tristezza, ho voglia di pensare a qualcosa di concreto.
Il 14 febbraio dello scorso anno, 300 persone, davanti alle transenne che le separavano dalla città, sentirono una forza magnetica alla quale non si opposero e rientrarono in città.
Oggi quella condivisione mi manca, non so dove cercarla.
Mentre stamattina mi aggiravo sola tra i vicoli innevati della città abbandonata, ho realizzato che non posso che trovarlo lì quello spirito. Che non è solo indignazione, sgomento, mancanza o se vogliamo pazzia, è ancora una volta magnetismo, un’attrazione che tutti proviamo e dobbiamo condividere.
Sarà lunga, ora lo sappiamo. La ricostruzione materiale, economica, sociale, in altre parole, la nostra città non la vedremo dall’oggi al domani. Assieme alle giuste manifestazioni tese ad accendere l’attenzione sulla nostra città abbandonata, a richiedere i nostri diritti, a denunciare le mancanze (a tutti i livelli), noi cittadini abbiamo bisogno di sentirci tali. Di far sentire, a quella piccola parte riaperta, che non ci accontentiamo di girare attorno a case puntellate, giardini incolti, immondizia di ogni genere, aspettando chissà cosa. Che non aspetteremo una magia per rivedere anche tutti gli altri vicoli.
E allora, visto che abbiamo tempo per organizzare, rivediamoci, TUTTI, domenica 13 febbraio, a Piazza San Bernardino. Occorreranno scope, guanti, rastrelli per farla divenire bella e per poterci organizzare qualcosa. Le nicchie, quelle non puntellate, sono sporche, piene di scritte varie. C’è qualcuno che ci dice che “vernice” dobbiamo usare per ricoprirle? E come si fa a togliere le scritte dalle pietre?  Poi qualche architetto potrebbe indicarci la tonalità di colore per rifarle belle e nuove.  Ai lati della scalinata, potremmo dare una sistemata ai piccoli giardini.
Raccogliamo i soldi per tutto e, infine, a marzo organizziamo una bella rimpatriata con musica, cibo, interventi, richieste e progetti.
TOSTI !

3 commenti:

  1. Vengo anch'io...nell'occasione vi porterò le firme raccolte a Lanciano.Un abbraccio a tutti e come dici tu...TOSTI...sempre!!

    RispondiElimina