lunedì 2 gennaio 2012

116 CHIESE




Giorni fa il nostro Commissario alla ricostruzione, in conferenza stampa , ci annunciò che per Natale avrebbero rivisto la luce ben 116 chiese, ristrutturate e restituite alla comunità: progetto “Una Chiesa per Natale”. 
Quasi immediatamente sui social network rimbalzava la notizia corredata di vari commenti tra cui “Ma le chiese a L’Aquila non erano 99?”.  Il titolo della conferenza stampa suona così:
“Ricostruzione: Chiodi e Marchetti, 116 chiese riaprono al culto nell’area del cratere”

Oggi ho scaricato dal sito del Supercommissario  la lista di queste 116 chiese e leggo che 77 si trovano nella provincia dell’Aquila, le altre tra Chieti , Teramo e Pescara. Trovo strano che ci sia anche la provincia di Chieti, perché nessun paese di quella provincia si trova nel cratere sismico, individuato in 57 comuni, di cui 8 in Provincia di Teramo, 7 Pescara e il resto L’Aquila (questo il link). Tra i paesi inclusi nel cratere in provincia di Pescara non mi sembra assolutamente ci sia Penne o Pianella o altri le cui chiese sono state ristrutturate, così come altri comuni, sia in provincia di Teramo che della stessa L’Aquila. Quindi mi sorge spontaneo un dubbio: ma i 14 milioni di Euro usati per la ristrutturazione di dette chiese, che provenienza avevano e quale destinazione? No, perché, già si è fatta confusione con la ristrutturazione delle scuole, non vorrei che anche stavolta “la gatta c’abbia messo lo zampino”.  

L’elenco completo delle chiese “ristrutturate” lo trovate  qui.
Io mi sono divertita a farne una mappa, soprattutto per chi non è aquilano e/o abruzzese (forse c’è qualche piccolo errore) 


Visualizza 116 chiese "ristrutturate" nel CRATERE???
sismico in una mappa di dimensioni maggiori

come si può vedere l’intervento di restauro è stato ampio, molto ampio. Il link della mappa  si trova qui cliccate e allargate la mappa, vedrete che a L’Aquila ci sono solo due chiese dell’elenco, per di più fuori del centro storico! 
Perché ve lo dico? Bè non vorrei che un’informazione confusa e appositamente altisonante, avesse per voi significato “Hai visto? A L’Aquila hanno già rifatto tutte le chiese!!”.
Semplicemente questo non è vero. L’Aquila, il centro storico, così come anche i centri storici dei paesi e dei borghi, sono abbandonati, distrutti, pieni di macerie.

E speriamo che qualcuno ci spieghi da dove venivano e quale desitinazione avevano quei 14 milioni di Euro! 
Si sa, siamo divenuti diffidenti e non abbiamo tutti i torti.

2 commenti:

  1. Quanta verità in queste parole....

    RispondiElimina
  2. Bè speriamo che qualcuno ci spieghi davvero!

    RispondiElimina